Principio Di Pareto e Produttività Personale

Human hand working with laptop networking technology

Il Principio di Pareto prende il nome dal suo scopritore, l’economista italiano Vilfredo Federico Damaso Pareto, vissuto a cavallo tra la fine dell’ottocento ed i primi decenni del novecento. Studiando la distribuzione dei redditi tra la popolazione, aveva notato che “in una data regione solo pochi individui possedevano la maggior parte della ricchezza”, e, più precisamente, “che il 20% delle persone deteneva l’80% della ricchezza”.

Si è visto in seguito che questo principio poteva avere diverse applicazioni pratiche in diversi settori, ed è stato ampliato in quella che oggi è comunemente conosciuta come la “regola 80/20”: l’80% dei tuoi risultati è prodotto dal 20% dei tuoi sforzi.

In che modo questo principio influisce sulla tua produttività personale?
  1. Individua le tue attività di maggior valore, quelle, cioè, che assicurano l’80% del risultato del tuo lavoro.
  2. Individua quindi le tue attività di minor valore, quelle che consumano il tuo tempo e producono pochi risultati.
  3. Programma gli spazi di tempo più produttivi (di solito la prima cosa al mattino) per le attività di maggior valore, che richiedono la massima concentrazione mentale.
  4. Elimina le attività di minor valore che puoi eliminare, delega efficacemente le altre.
  5. Scegli attentamente su cosa concentrarti. Se stai scrivendo un’e-mail importante, rispondere al telefono non sarà il miglior uso della tua attenzione mentale in quel momento. Decidi qual’è la priorità e rimani fedele alla tua decisione.
  6. Prendi delle pause durante la giornata per ritrovare la chiarezza mentale e ridefinire le priorità su cui focalizzare la tua attenzione.
  7. Prenditi gran cura della tua salute fisica e mentale, così che tu possa essere il tuo meglio ogni giorno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *